Lo staff “Don Pasquale”

Tiziano Duca
Direttore Musicale


Leggi la sua Biografia qui

 

 

 

Alfonso De Filippis
Regista

La formazione eclettica di Alfonso De Filippis avviene principalmente a Milano, dove si trasferisce nel 1985 e dove si diploma come danzatore, coltivando parallelamente l’interesse per tutte le forme di arte scenica con corsi, borse di studio in Italia e all’estero.
Partecipa in quegli anni a produzioni di balletto e di lirica al Teatro alla Scala di Milano, al Maggio Musicale Fiorentino, all’Arena di Verona, fino ad arrivare all’incontro con Paolo Poli nel 1990 con cui collabora per vent’anni prima come attore e poi anche come aiuto regista e coreografo fino al 2011 in tutte le produzioni con tournèe nazionali.
Cura allestimento, regia e movimenti scenici di alcune opere ( Boheme, Nozze di Figaro, Otello, Elisir d’amore, Don Pasquale, Barbiere di Siviglia, Tosca, Pescatori di Perle, Aida, Trovatore, Suor Angelica) a Cuneo, Bra, Nichelino, Cento, Budrio nell’ambito del concorso lirico Colzani, con la direzione di Marco Balderi, Aldo Salvagno, Paul Emanuel Thomas direttore del Festival di Mentone, a Varese Ligure, con la direzione di Dan Ettinger, della Berlin Stadt Opera, al Teatro Amaya di Irun, Spagna, al Theatre du Passage di Neuchatel, Svizzera, con la direzione di Facundo Agudin.
Cura le coreografie per “Histoire du soldat “ al Festival di Ravenna con l i solisti dell’Orchestra Toscana.  
Cura allestimento e testo dello spettacolo di teatro-ragazzi “Barbablù”, con voce narrante di Paolo Poli e scene e costumi di Emanuele Luzzati.
Come aiuto regista e coreografo cura l’allestimento di “Favole” con Paolo Poli e quattro attori/danzatori con le maschere i costumi e le scene di Emanuele Luzzati, musiche di Ravel, Poulenc, Prokof’ev.
Collabora all’evento “International Opera Awards” Oscar della Lirica e del “Premio internazionale di Cultura Re Manfredi” con la Fondazione Verona Per L’Arena, in Italia e in Cina.
Conduce laboratori teatrali e partecipa come giudice a concorsi in Russia e Kazakhistan, e come organizzatore di concorsi e serate di poesia in tutta Italia.
 

Sabina Arru
Maestro del Coro

Nata a Gorizia, si è diplomata in pianoforte al Conservatorio “G. Tartini” di Trieste, perfezionandosi con i Maestri Gante, De Rosa, Carmignola, Bogino, Toffolo, Gulyas, Scala. Ha conseguito tre Master in Musica da Camera con Pianoforte presso l’Accademia Musicale di Firenze e presso l’Accademia Pianistica Internazionale “Incontri col Maestro” di Imola sotto la guida del M° Piernarciso Masi. Ha collaborato come pianista ufficiale a numerosi Concorsi (Concorso Internazionale di Violino “R. Lipizer” di Gorizia; Concorso Internazionale di Canto Lirico “Città di Duino”; Concorso Internazionale di Canto Lirico “Città di Lignano Sabbiadoro”; Concorso Internazionale di Canto Liederistico “C. A. Seghizzi” di Gorizia; Concorso Lirico Internazionale “Toti Dal Monte” di Treviso). Dal 1996 ha collaborato stabilmente con il baritono e direttore d’orchestra Claudio Desderi per lo studio e l’allestimento di opere liriche destinate a giovani talenti; è stata pianista ufficiale agli stages del tenore Paolo Barbacini e del baritono Nobumi Kakinuma. È assistente e maestro collaboratore al pianoforte del soprano Yoko Takeda, con la quale tiene regolarmente masterclasses di tecnica vocale in Italia e all’estero, e del Maestro Sherman Lowe. Ha inciso musiche del compositore italiano Riccardo Fabris per l’etichetta “Pizzicato”. Nel 2009 fonda – e ne cura la preparazione vocale – il Coro da camera de L’ape musicale con cui ha eseguito: Filemone e Bauci di Haydn; Così fan tutte e Don Giovanni di Mozart – direttore Claudio Desderi, Orchestra di Padova e del Veneto; mottetto Domine ad adjuvandum me festina e salmo Confitebor tibi Domine – Festival Organistico Internazionale di Treviso e della Marca Trevigiana; Concerto verdiano per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia – Teatro Russolo e Accademia Santa Cecilia di Portogruaro, e successive repliche per i Festival Internazionali Nei suoni dei luoghi e Avanti, c’è Musica!; Requiem di Mozart nella trascrizione per soli, coro e pianoforte a quattro mani di Carl Czerny – Teatro Eden di Treviso per Fondazione Benetton e Teatri e Umanesimo Latino SpA. In seguito, la compagine ha cambiato la sua denominazione in Note d’Autore proponendo lo Stabat Mater del compositore gallese Karl Jenkins per voci soliste, coro, pianoforte e percussioni, e il Concerto di Capodanno (1 gennaio 2016) – Teatro Comunale di Monfalcone. Nel 2016 costituisce il quartetto femminile Musical Mind(s) Ensemble.

 

Top